Disintossicare il fegato: come depurarsi mangiando

L’alimentazione ha da sempre una posizione chiave per disintossicare il fegato. Ma quali sono gli alimenti giusti da mettere in tavola?

disintossicare-il-fegato
Come sono diventato milionario con 45000€ di entrate la settimana?
Inizia a fare trading e in meno di una settimana guadagna 45.000€: la storia di Flavio
Aspira il grasso dal corpo
Medici stupiti dall’efficicacia di azione del nuovo metodo dimagrante

Il fegato è una parte fondamentale per il nostro corpo. Il suo scopo è ripulirci dalle tossine e garantire, così, il corretto funzionamento dei sistemi interni. Ma l’inquinamento delle città, lo stress e le numerose diete sbagliate possono mettere seriamente a rischio la nostra salute. Per questo motivo è importante sapere come disintossicare il fegato, se poi la soluzione è cambiare il regime alimentare, beh ancora meglio. Non credi?

COME FUNZIONA IL FEGATO

come disintossicare il fegato

Il fegato lavora senza sosta per purificare il sangue ed eliminare le sostanze tossiche ingerite con il cibo o assimilate dall’esterno attraverso l’olfatto. Nel momento in cui si sovraccarica, fa fatica a mantenere il passo. Questo succede anche quando ti trovi in un periodo di forte stress.

Ciò che forse non sai è che disintossicare il fegato non è poi così difficile, ma prima cerchiamo di capire che cosa succede al nostro corpo e alla nostra mente quando il fegato non funziona come dovrebbe.

INTOSSICAZIONE DEL FEGATO: I SEGNALI

I sintomi di un’intossicazione del fegato sono:

  • stanchezza
  • aumento di peso
  • mal di testa
  • cattiva digestione
  • dolori al fianco destro.

I SUPERCIBI PER DISINTOSSICARE IL FEGATO

disintossicare il fegato con acqua e limone

Una dieta sana ed equilibrata spesso basta a disintossicare il fegato e aiutarlo a eliminare le scorie in eccesso. I cosiddetti supercibi contribuiscono di molto e sono in grado di depurare il corpo in pochi giorni. Ecco cosa integrare per disintossicare il fegato con l’alimentazione.

ACQUA E LIMONE

È un ottimo modo per disintossicare il fegato ogni mattina. Basta un bicchiere d’acqua e una sana dose di succo di limone fresco. Questo perché il fegato produrrà più enzimi in risposta all’assunzione dell’acqua e limone.

AGLIO

L’aglio contiene dei composti solforati che possono aiutare ad attivare gli enzimi nel fegato. Contiene anche il selenio, ottimo per proteggere l’organo in sovraccarico. Aggiungine qualche spicchio in una bella insalatona, ti sentirai presto pulita e rinfrescata.

AVOCADO

Uno studio scientifico giapponese ha scoperto che gli avocado contengono dei composti in grado di proteggere il fegato dai danni. Messo a confronti con altri 21 frutti, ha dimostrato di essere il più efficace per disintossicare il fegato e proteggerlo dallagalattosamina, una tossina capace di sviluppare una malattia epatica molto simile all’epatite virale.

CILANTRO

È un’erba molto versatile che può essere aggiunta a qualsiasi piatto, anche insalate e frullati. Contribuisce a rimuovere i metalli pesanti dal corpo.

CURCUMA

Si tratta di un’altra spezia con una lunga lista di effetti benefici. La curcuma è famosa per proteggere e disintossicare il fegato, ma anche per favorire la rigenerazione delle cellule epatiche. Inoltre, aumenta la produzione di bile naturale e aiuta a mantenere il corpo libero dalle tossine.

Tarassaco

è una pianta appartenente alla famiglia delle Asteracee con le sue proprietà depurative e antinfiammatorie è un ottimo alleato nella cura delle malattie legate al fegato

Infine, se è possibile elimina il vizio del fumo e cerca di ottenere un buon riposo notturno. Perché una buona alimentazione da sola non basta per disintossicare il fegato, ma va integrata con abitudini sane. Per esempio, è anche utile ritagliarsi del tempo per l’attività fisica, ottima per combattere lo stress.

fonte INRAN


Avvertenza:

Questa non è una rivista medica,  pertanto le informazioni fornite in questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico. Le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Paolo Pinna

Naturopata, iscritto con N° 44326 nell’elenco professionale, specializzato in Nutrizione e Alimentazione, Riflessologia plantare, Riequilibrio vertebrale, e Tecniche di digitopressione.

Direttore e docente della Scuola di Naturopatia Sardegna, vicepresidente dell’Associazione professionale per la tutela dei Naturopati “Akademia della Salute”

Condividilo con chi vuoi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone